Nasce ArtAway

E’ ONLINE “ARTAWAY”, LA NUOVA PIATTAFORMA CHE PERMETTE DI ESPLORARE LE CITTÀ D’ARTE ITALIANE DA CASA, ACCOMPAGNATI DA GUIDE E MEDIATORI CULTURALI CHE RISPONDERANNO DAL VIVO ALLE DOMANDE DEGLI UTENTI.

IL PROGETTO

L’arte e la cultura devono continuare a vivere senza limiti e senza confini

Nasce ArtAway, piattaforma web che permette agli utenti diconoscere le bellezze artistiche del nostro paese e della storia dell’arte in un  modo nuovo e coinvolgente, offrendo ai visitatori l’opportunità di dialogare dal vivo con le migliori guide turistiche e i più esperti mediatori culturali.

Da un’idea di Paolo Gabriele Falcone e Laura Lamonea come reazione ad un  momento di grande difficoltà per sostenere la cultura ed il mondo dell’arte italiano, il progetto è stato realizzato durante la quarantena dal team di Video Sound Art, centro di produzione e festival d’arte contemporanea. Giunto alla sua decima edizione, VSA,  avvalendosi della pluriennale esperienza di Paolo Gabriele Falcone, product manager nella Silicon Valley,  contribuisce alla creazione di un nuovo modo di scoprire l’arte.

Dalla visita di Verona, alla scoperta delle metropolitane di Napoli, dai grandi capolavori dell’arte rinascimentale alle opere contemporanee, dal museo degli Uffizi alla collezione Iannaccone; le visite proposte sono varie e suddivise in livelli di approfondimento nell’ottica di presentare ai visitatori una proposta curata.

Tutto questo utilizzando una modalità non solo virtuale, ma dal vivo: attraverso la mediazione e lo scambio tra persone, perché la relazione umana sarà sempre motore di curiosità, tolleranza e conoscenza, qualcosa a cui non si dovrebbe mai rinunciare.

L’ESPERIENZA DEL VISITATORE

Il progetto si rivolge a coloro che sono impossibilitati a spostarsi fisicamente e non vogliono rinunciare a conoscere città e opere d’arte, ma anche a chi sta programmando un viaggio e vuole farsi un’idea più completa dei luoghi da visitare.

Inoltre gli appassionati d’arte e gli studenti potranno utilizzare ArtAway  come strumento di approfondimento, per visitare musei o esplorare correnti artistiche, accompagnati da esperti con cui potranno interagire dal vivo.

Dalla piattaforma web il visitatore potrà selezionare il tour che più gli interessa e prenotarsi negli orari disponibili. Successivamente riceverà le istruzioni per poter accedere alla video conferenza attraverso un semplice link. Una volta terminata l’esperienza, il visitatore potrà donare liberamente un contributo per supportare le guide e il progetto. In questo periodo difficile per tutti, ArtAway vuole garantire alle guide un compenso economico che sia idoneo alla loro preparazione accademica e professionale. 

LE GUIDE

Le guide e i mediatori culturali sono stati scelti attraverso un processo di selezione accurato per offrire al visitatore un’esperienza coinvolgente e di livello. I requisiti richiesti sono relativi alla formazione accademica – laurea specialistica in Storia dell’Arte ed eventuali Master o Dottorati in materia –  e all’esperienza di mediazione culturale presso dipartimenti di educazione dei principali Musei ed Istituzioni culturali.

Con questa preparazione accademica e competenze consolidate  di mediazione culturale, le guide condivideranno le loro conoscenze specifiche in campo artistico e,  contemporaneamente, arricchiranno l’esperienza degli utenti con opinioni e riflessioni volte al confronto collettivo. 

LE ESPERIENZE

La proposta di esperienze è diversificata ed in continuo ampliamento. Per ogni destinazione ci saranno dei tour volti alla conoscenza della città e dei suoi principali monumenti ed altri più specifici che offrono un approfondimento di un museo o di un artista in particolare relazionato a quella città. Ad integrare la proposta sono anche previste visite trasversali dedicate a grandi artisti che toccheranno più luoghi.

________________

BIO

Paolo Gabriele Falcone e’ un Product Manager che vive e lavora a San Francisco.  Si è laureato in Ingegneria in Italia, prima di trasferirsi in Irlanda per cominciare la sua carriera a Google, dove ha lavorato su diversi prodotti ideati per aiutare piccole e medie imprese ad ottenere successo online. Paolo ha cominciato a lavorare all’idea di ArtAway.com per rispondere alla crisi generata dal COVID-19 in Italia, per permettere all’arte ed alla cultura italiane di rimanere accessibili da chiunque e da qualunque parte del mondo, e per aiutare le guide turistiche il cui business è stato completamente cancellato dalle recenti restrizioni sui viaggi.

Laura Lamonea è la fondatrice del  centro di ricerca e festival Video Sound Art per il quale dal 2011 svolge il ruolo di direzione artistica.  Durante l’anno è impegnata nella realizzazione di nuove produzioni e svolge un ruolo di intermediazione tra artisti, gallerie e istituzioni museali. Ha lavorato  come regista per Radio2 e attualmente è consulente del Teatro Franco Parenti. Nel 2019 ha partecipato alla Biennale Internazionale olandese Manifesta 12 nell’ambito del dipartimento development and research. 

Video Sound Art è un centro di produzione e Festival di arte contemporanea, dedicato alla valorizzazione dei giovani talenti e alla promozione dell’arte visiva. VSA ha oggi all’attivo nove edizioni e numerose mostre e residenze presso Musei nazionali e internazionali. Ogni anno promuove giovani talenti attraverso la diffusione di un bando open call. È previsto, a supporto del vincitore, un percorso di intermediazione con gallerie, fondazioni e istituzioni culturali al fine di facilitare l’inserimento nei circuiti distributivi e creare occasioni di visibilità per le nuove creazioni. Video Sound Art organizza laboratori, conferenze, seminari condotti da critici d’arte, curatori, direttori di Fondazioni, collezionisti, galleristi, direttori di Musei.

_________________________

ART AWAY

www.artaway.com

Facebook @artaway.com

Instagram @artaway.com_official