Forum PA premia la startup Hendo

Forum PA premia la startup Hendo e BeekonCity, la piattaforma per la smart city italiana, digitale e sostenibile.

Con l’edizione 2019 di FORUM PA (14-16 maggio) si festeggia il trentennale della manifestazione che vuole contribuire all’innovazione nella PA consentendo uno sviluppo sostenibile e capace di portare benessere ed equità per comunità, che è il fine stesso dell’azione pubblica e del suo sforzo di innovarsi e di adeguarsi alle esigenze di una società in continuo divenire.

Anche la trasformazione digitale, che è da sempre uno dei punti strategici del cambiamento, necessità sostenibilità economica, sociale e ambientale. Lo stesso vale per l’innovazione organizzativa, per il lavoro pubblico, per il necessario riassetto degli enti. In questi anni la PA non ha goduto di una buona immagine, è stata indicata spesso come spesa improduttiva da razionalizzare o da tagliare.

La creazione di valore, che vede il settore pubblico come protagonista, non può che essere collaborativa, ma la collaborazione, per essere efficace e portare al risultato atteso di uno sviluppo sostenibile e un avvicinamento agli obiettivi dell’Agenda 2030, richiede alcune azioni di sistema.

1. Collaborazione nell’uso delle risorse: come individuare priorità, progettualità e partnership nel campo delle politiche di coesione e dell’utilizzo degli strumenti di finanziamento e d’investimento nazionali ed europei.

2. Collaborazione nel procurement pubblico in specie per servizi e prodotti innovativi: come conciliare una giusta, ma non fobica, attenzione alla legalità con la tutela dell’innovazione, delle imprese più smart, della possibilità di immettere vera innovazione.

3. Collaborazione e partecipazione nell’organizzazione del lavoro pubblico: come sviluppare management collaborativo, favorire il lavoro agile, promuovere organizzazioni educanti e sviluppo delle competenze e della crescita professionale delle persone.

4. Collaborazione nella trasformazione digitale: come far crescere community vitali di innovatori, come abilitare una competente governance delle tecnologie disruptive come la cosiddetta Intelligenza artificiale, la blockchain, l’uso massiccio del cloud e la conseguente razionalizzazione dei datacenter, la sicurezza by default, l’analisi dei big data.

5. Collaborazione tra territori e tra centro e territori: come mettere in primo piano la centralità dell’innovazione nelle comunità locali e nelle città.

6. Collaborazione nell’attuazione delle grandi politiche pubbliche per il lavoro, la salute, la formazione, l’inclusione sociale e la lotta alle disuguaglianze.

Ed è con queste premesse che andiamo a raccontare una storia abbastanza nuova per il nostro Paese, Hendo, una startup innovativa incubata nello Spazio Attivo Tecnopolo di Roma, coordinato da Lazio Innova SPA di Regione Lazio, ha ricevuto il premio “Premio PA sostenibile”

Di fatto una Pubblica Amministrazione è stata in grado di attuare politiche di promozione imprenditoriale a contenuto innovativo che non solo hanno generato un ritorno tecnologico, economico ed occupazionale, ma anche un’azienda in grado di proporre una soluzione utile al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030 per la stessa PA.

La soluzione si chiama Beekon City ed è una delle verticalità di una piattaforma digitale creata dall’azienda romana Hendo. Già utilizzata in alcune applicazioni nel marketing di prossimità, stavolta, attraverso una soluzione ulteriormente evoluta ed integrata, si è voluto proporre qualcosa in grado di trasformare le città (ed anche i piccoli centri) in una Smart City, sfruttando le tecnologie IOT ed un modello di diffusione che prevede l’accesso tanto al pubblico che al privato.

Beekon City offre informazioni utili e puntuali sui servizi presenti, sui punti di interesse e le comunicazioni istituzionali da parte della PA, senza tralasciare eventuali comunicazioni commerciali perfettamente in linea con gli interessi e la posizione degli utenti. Queste informazioni possono essere tradotte in lingue differenti, generando così un servizio di comunicazione ed inclusione per tutta la comunità. Permette la comunicazione mirata e in tempo reale, crea dei luoghi che comunicano ed offre all’amministrazione la possibilità di ricevere feedback utili alla correzione di eventuali servizi mal funzionanti o alla creazione di nuovi, non ancora forniti ma rilevati grazie ai dati prodotti.

Tutte le soluzioni Beekon sono composte da una app, una piattaforma web ed un hardware. Quest’ultimo, la Beekon Box, è il “faro” che consente di sentire l’avvicinamento dello smartphone nei luoghi prescelti. Può essere posizionato ovunque, indoor ed outdoor, e non necessita di alimentazione elettrica, è in grado di rilevare diverse informazioni e contribuire ed arricchire l’insieme di dati necessari all’amministrazione ad ottimizzare ed automatizzare i processi.

Questi piccoli trasmettitori a bassa potenza e a basso costo, possono notificare la propria presenza a dispositivi vicini e che consentono di consegnare contenuti di qualsiasi tipo (testi, documenti, video, audio, link, ecc.), in modo da fornire l’informazione giusta al posto e al momento giusto attraverso la app ma anche attraverso altri dispositivi di visualizzazione. Attraverso un unico punto di accesso si può accedere a tutti i servizi fisici e digitali erogati. La app è anche un canale che in automatico è in grado di proporre articoli, comunicazioni e contenuti divulgativi pubblicati su altri portali, istituzionali o meno, risultando un agevole canale di aggregazione dei contenuti, spesso polverizzati su mille portali.

La sperimentazione di BeekonCity partirà già da questa estate in alcuni comuni Laziali che hanno sposato l’idea di una Smart City per accogliere i turisti, promuovere il territorio e provare a pianificare in base ai dati.


Immagini e loghi riguardanti i prodotti Hendo srls