Sottomarina: “Operazione Spiagge pulite”

Prendersi cura del verde e delle spiagge non è solo importante per l’estetica, ma è un passo in avanti per ridurre l’inquinamento dei mari.

Le giornate si stanno allungando e nonostante le temperature meno pungenti, la bora ha reso più spigoloso il tempo che lo scorso fine settimana ha accompagnato pungentemente i volontari nelle loro pettorine rappresentative di gruppo, ma non ha fermato l’impulso di raggiungere gli obiettivi di rendere la spiaggia vicino alla diga, a Sottomarina, degna del nome che porta.

Si è tenuto a Sottomarina, lo scorso week end un incontro “Operazione Spiagge pulite” organizzata dai Comitati Locali Etici Mondo Migliore (CLEMM).

All’evento han partecipato gruppi di Padova, Venezia, tra questi Retake Padova e La Via della Felicità.

Una giornata ricca di avventura, sfide ed impegno nel riuscire a coprire l’area assegnata e renderla degna dello standard di un volontario diligente.

Su un passo del libretto che una volontaria de La via della felicità ha donato c’era scritto: “La cura del pianeta comincia con il cortile di casa tua.” Interessante.  

Il lavoro fatto dai volontari credo sia stato degno di nota, visti i 100 sacchi raccolti. Probabilmente l’autore del libretto, L. Ron Hubbard, ne sarebbe restato compiaciuto ed altrettanto soddisfatto come i 70 volontari che han dedicato una giornata a prendersi cura di una piccola parte del loro pianeta…

Un grazie ai volontari che numerosi stanno aprendosi sempre di più come cittadini attivi e meno effetto della società consumistica che a volte li attanaglia. 

Il risultato: prevenzione, con 100 sacchi di spazzatura in meno che poteva riversarsi in mare!