Francesco Starace: “World Energy Outlook 2022”, l’analisi dell’AD di Enel

La crisi energetica è un grande driver di cambiamento per sviluppare energia pulita: la vision di Francesco Starace alla presentazione del “World Energy Outlook 2022”.

Francesco Starace

“World Energy Outlook 2022”, le nuove sfide per il settore energetico

Per Francesco Starace il 2022 ha rappresentato “un anno speciale per l’energia, a cui guarderemo in futuro come un punto di svolta verso un sistema energetico più sostenibile e sicuro”. L’AD di Enel lo ha ricordato intervenendo lo scorso 23 febbraio all’evento organizzato a Roma per la presentazione del “World Energy Outlook 2022”: il report dell’Agenzia Internazionale dell’Energia (Iea) individua nell’attuale scenario un importante punto di svolta verso un sistema a garanzia di sicurezza, indipendenza e sostenibilità energetica, invitando a guardare alla crisi energetica per le opportunità che offre nell’incentivare l’innovazione e accelerare la transizione green.

Che l’emergenza rappresenti un driver per spingere sull’energia pulita lo ha sottolineato in diverse occasioni anche l’AD Francesco Starace: una vision condivisa anche da Fatih Birol, Direttore Esecutivo Iea, e dal Ministro dell’Ambiente e della sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin che sono intervenuti nel corso dell’evento.

La necessità di diversificare mix e approvvigionamenti per garantire la sicurezza energetica impegna i Paesi a concentrarsi su soluzioni alternative ed efficienti. La migliore, a fronte delle complessità dello scenario attuale, è rappresentata dalle rinnovabili come emerge anche dal report: “L’accelerazione della diffusione delle energie rinnovabili e il miglioramento dei livelli di efficienza energetica nella Ue fanno diminuire la domanda di gas naturale e di petrolio del 20% in questo decennio e la domanda di carbone del 50%”.

L’opportunità per accelerare nel percorso di transizione energetica

Nel suo intervento Francesco Starace ha rimarcato come “siamo in un momento di transizione tecnologica grazie a cui il gas verrà progressivamente sostituito dall’elettricità prodotta da fonti rinnovabili, negli usi tradizionali come il riscaldamento e la generazione di energia, perché economicamente più convenienti”.

La grande sfida oggi della transizione energetica e degli obiettivi di neutralità carbonica al 2050 è dunque implementare, attraverso l’innovazione, un sistema energetico efficace, flessibile e pulito in alternativa a quello attuale che in Italia per 2/3 si fonda ancora su fonti non rinnovabili.

Francesco Starace ha parlato in quest’ottica di TANGO (iTaliAN pv Giga factOry), il progetto di Enel che porterà alla nascita a Catania, nel cuore dell’Etna Valley, della più grande fabbrica di pannelli solari in Europa: la 3Sun Gigafactory utilizzerà una tecnologia innovativa unica al mondo. “È il risultato di un equilibrio perfetto tra la nostra filiera e l’innovazione tecnologica” ha ribadito l’AD di Enel sottolineandone il valore nel corso dell’evento per la presentazione del “World Energy Outlook 2022”.