Cristina Scocchia: shop online e nuovi punti vendita in USA e Cina, il futuro di Illycaffè

Alla guida di Illycaffè dal 1° gennaio, Cristina Scocchia sembra avere già le idee chiare: “Qui da sei settimane, il piano è in fase di affinamento e sarà presentato a fine marzo al CdA”.

Cristina Scocchia

Cristina Scocchia: con la pandemia nuove abitudini sul caffè, su 100 la metà consumata in casa

Una carriera di successo nel settore della cosmetica iniziata nel 1997 con Procter&Gamble, la nomina come Amministratore Delegato di L’Oréal Italia e infine l’avventura recentemente conclusa alla guida di Kiko Milano.

Cristina Scocchia è una manager ormai riconosciuta nel panorama italiano, soprattutto per la sua capacità di prendere in mano le redini delle aziende in difficoltà riportandole nuovamente sui binari della crescita. E lo ha dimostrato sia nel caso della divisione italiana di L’Oréal che con il Gruppo di Antonio Percassi.

La nomina come AD di Illycaffè parte da un assunto ben diverso. La storica azienda di Trieste ha deciso di affidarsi alla manager per un obiettivo ancora più ambizioso: portare a compimento il processo di quotazione in Borsa.

In un’intervista rilasciata a”Repubblica”, la nuova CEO ha parlato delle prime settimane alla guida del Gruppo. Una delle prime sfide da affrontare è la rivoluzione nelle abitudini causata dalla pandemia: “Lo scorso anno, stando ai dati del Consorzio promozione caffè, su cento tazzine bevute dagli italiani, 48,5 venivano consumate a casa, 8,5 a casa di amici, solo 13,6 al bar e 13,3 al lavoro – ha sottolineato Cristina ScocchiaUn caffè su 20 viene invece bevuto nelle macchinette che si trovano nei luoghi pubblici. Un cambio di paradigma per tutti quelli come Illy che hanno le radici nel canale Horeca”.

Cristina Scocchia: spingere su canale vendite online e apertura nuovi punti vendita

Secondo la manager la tendenza è destinata a proseguire anche nei prossimi mesi e Illycaffè è pronta a muoversi di conseguenza: “In questi due anni le nostre vendite online sono cresciute tantissimo, e oggi rappresentano circa il 15% dei ricavi, l’obiettivo è spingere su questo canale e raddoppiare”.

Ma la nuova strategia, contenuta nel Piano che Cristina Scocchia presenterà al CdA entro la fine di marzo, si concentrerà anche sull’espansione dei punti vendita a livello internazionale. L’azienda punta in particolare su Stati Uniti e Cina, mercati ritenuti strategici: “Il nostro è un caffè speciale, con un posizionamento di alta gamma, è uno degli aromi dell’Italia, e vogliamo fare leva sul nostro DNA per crescere all’estero partendo dall’Europa, dove vediamo ampi margini in Spagna, Francia e Germania, per espanderci poi in Asia e Nord America”.

In parallelo, Cristina Scocchia continuerà a lavorare sulla quotazione di Illycaffè in Borsa. Il rincaro dei prezzi dell’energia e il contesto internazionale sfavorevole, spiega, non ostacoleranno il processo: “Ogni crisi porta con sé anche delle opportunità. Henry Ford diceva che gli aerei decollano solo contro vento, e in quest’azienda ho trovato un’altissima qualità delle persone e dei processi, che mi rende fiduciosa nelle sue prospettive future”.