Cosa bisogna studiare per diventare odontotecnico

La professione dellOdontotecnico attira sempre più persone, soprattutto perché presenta alcuni vantaggi: si può trovare lavoro facilmente, lavorare anche in proprio e guadagnare piuttosto bene.

Il lavoro dell’odontotecnico consiste nel progettare e realizzare protesi dentarie e/o impianti dentali su misura. Non si tratta di un lavoro semplice: bisogna saper realizzare protesi perfettamente compatibili con le caratteristiche del paziente e rispettose della sua salute.

Per questo, come per qualsiasi professione, è sempre meglio scegliere di diventare odontotecnico perché appassionati e inclini alle materie di studio. Un odontotecnico deve aggiornarsi continuamente per tenere il passo con le tecniche più all’avanguardia

Senza un minimo di passione per le materie di studio, esercitare questa professione potrebbe diventare faticoso e complicato. Vediamo a questo punto cosa è necessario studiare per poter diventare odontotecnico ed esercitare la professione.  

Cos’è l’odontotecnica

Prima di approfondire il percorso di studi da intraprendere, facciamo una piccola introduzione sull’odontotecnica. L’odontotecnica è una disciplina odontoiatrica “tecnica” che studia le protesi dentarie e gli apparecchi protesici in generale: una serie di tecniche che consentono di realizzare apparecchi dentari su misura per il paziente.

Percorso di studi

A questo punto vediamo in dettaglio cosa bisogna studiare per diventare un Odontotecnico a Roma. Poiché si tratta di un tecnico, e non di un dentista, per essere odontotecnico non serve conseguire una laurea.

Per poter esercitare la professione odontotecnica, come dipendente o come lavoratore autonomo, bisogna infatti conseguire un diploma

Diventare odontotecnico richiede un percorso di studi specifico, al termine del quale si ottiene il diploma d’istruzione professionale di Odontotecnico e l’abilitazione ad esercitare le Arti Ausiliarie di Odontotecnico

Il corso di studi è suddiviso in tre anni più due. Dopo i primi tre anni, tramite un esame, si consegue il diploma di Operatore Meccanico del settore Odontotecnico che autorizza all’esercizio della professione come lavoratore dipendente.

Se invece si desidera lavorare in autonomia si può decidere di continuare il percorso e frequentare i due anni successivi. Dopo questi ulteriori due anni è necessario affrontare altri due esami: uno per l’abilitazione ad esercitare la professione come lavoratore autonomo e uno per il diploma di maturità professionale.

Questo percorso di formazione professionale verte su varie materie di studio: dalle materie scientifiche di base (quali anatomia, chimica, fisica ecc.) alle materie specifiche del settore.

L’ultimo step da fare, dopo aver superato gli esami per l’abilitazione, è la registrazione del diploma odontotecnico conseguito presso la ASL e, contestualmente, iscriversi alla lista professionale del Ministero della Salute.

A questo punto, il diplomato può iniziare ad esercitare la professione odontotecnica.