Arriva la proroga Ecobonus 65% nel 2021

Con la Legge di Bilancio arriva la proroga  fino al 31 dicembre 2021  dell’Ecobonus 2021, l’agevolazione fiscale per la riqualificazione energetica della propria abitazione, con aliquote fino al 65% per il miglioramento energetico della casa.

Il Documento programmatico di Bilancio che riassume i punti principali della Manovra è stato inviato all’Europa dall’Italia. Lo scopo è quello di “favorire gli interventi sul patrimonio edilizio anche per aumentare la resilienza e sostenibilità e sostenere la ripresa del settore delle costruzioni”.

Gli interventi che beneficiano delle aliquote del 50% (per infissi, biomassa e schermature solari) e del 65% (per la sostituzione della caldaia e tutti gli altri interventi di riqualificazione energetica) includono non solo le ristrutturazioni, ma anche giardino e facciate.

lavori ammessi alla detrazione sono:

  • l’installazione di impianti di riscaldamento con generatori di calore alimentati da biomasse combustibili;
  • la sostituzione totale o parziale dell’impianto di riscaldamento con caldaie a condensazione delle classi V, VI o VIII;
  • la sostituzione totale o parziale degli impianti di riscaldamento con generatori d’aria calda a condensazione, pompe di calore ad alta efficienza o apparecchi ibridi;
  • la sostituzione totale o parziale di impianti di riscaldamento con micro-cogeneratori di potenza elettrica non superiore a 50kWe;
  • la sostituzione di scaldacqua tradizionali con quelli a pompa di calore, per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • installazione e messa in opera nelle abitazioni di dispositivi e sistemi di building automation.

I fruitori del bonus possono scegliere tra le seguenti modalità di rimborso:

  • detrazione in 10 anni dalla dichiarazione dei redditi;
  • cessione del credito a terzi, incluse le banche;
  • sconto in fattura in accordo con l’impresa che ha effettuato i lavori.

Per il momento, il Superbonus 110% è il grande escluso della legge di Bilancio per il 2021, potrebbe ad ogni modo arrivare la proroga dal Recovery Fund.