Commodities, anche l’acqua diventerà un bene negoziabile. Entro fine anno sarà quotata al CME

Entro pochi mesi ci sarà una grande novità, che pone anche un grosso interrogativo etico e morale. L’acqua entrerà a far parte dell’elenco delle commodities, e quindi avrà una sua quotazione. Come l’oro o il petrolio, saranno le dinamiche di domanda e offerta a definire e influenzare il suo prezzo. Alla faccia dell’ONU, che nel 2010 ha incluso l’accesso all’acqua potabile e ai servizi igienico sanitari tra i “diritti umani universali e fondamentali”.

Come una qualsiasi commodities

acqua commoditiesQuello dell’acqua era uno degli ultimi tabù della finanza. Mai si sarebbe pensato di inserirlo tra le commodities. Ma questo tabù verrà infranto presto, secondo l’annuncio fatto da Cme Group, ovvero la più grande piazza globale dei contratti a termine. Assieme al Nasdaq, il Cme ha annunciato la creazione del primo future al mondo sul bene primario più prezioso. Chi sa cosa sono i CFD, presto potrebbe ritrovarsi anche il “WATER Future cfd“.

Strumento difensivo… o speculativo?

L’idea di fondo è che siano le stesse aziende agricole, ma anche comuni e industrie, a usare questi contratti per proteggersi dai rischi economici legati alle carenze idriche. In pratica con essi si potrebbero “sterilizzare” eventuali rishci legati alla mancanza. Ma è chiaro che questa visione non convince, perché sembra tutto sostanzialmente più legato a una pura componente speculativa.
Il debutto di questo nuovo strumento finanziario avverrà durante il quarto trimestre dell’anno sulla piattaforma di negoziazioni per via elettronica Globex. Sempre gestita da Cme.
Il sottostante che verrà impiegato è il Nasdaq Veles California Water Index, che rispecchia il prezzo dei diritti sull’acqua in California. Parliamo di un mercato il cui valore – a Los Angeles e San Francisco – è di 1,1 miliardi di dollari.

Orrore etico

Il dilemma etico nasce dal fatto che l’acqua comincia a scarseggiare, e l’idea che possa diventare oggetto di speculazioni fa venire i brividi. La scarsità di acqua scatena guerre drammatiche soprattutto in Africa, e innesca anche fenomeni di migrazione. Ma proprio per la sua limitatezza, l’acqua sembra destinata a diventare più preziosa tra tutte le commodities. E presto accanto agli ETF Oro, potremmo trovare anche gli ETF Acqua. Il CME del resto prevede che il valore dell’investimento tenderà a salire nel tempo, più, sulla spinta di fattori come cambiamento climatico, inquinamento e crescita demografica.