Capodanno: dove andare e cosa fare.

Sono i giorni della raccolta delle uve e anche i primi giorni autunnali. Si vede da qualche nuvola in più e si sente. Le alte temperature estive sono alle spalle ma all’orizzonte già abbiamo le vacanze di Capodanno. Come scegliere la meta ideale? Dove andare e cosa fare per la fine dell’anno. Iniziano come tutti gli anni i primi interrogativi. Il Capodanno potrebbe essere l’occasione per scoprire tante bellissime regioni, una tra tutte il cuore verde d’Italia, l’accattivante Umbria.

L’Umbria non è solo Assisi o Perugia città attrattive e conosciute in tutto il mondo e meta di turismo religioso, artistico e culturale. Il Capodanno in Umbria potrebbe essere l’occasione per scoprire anche altri gioielli della regione. A cominciare da bellissimi Borghi come Rasiglia o Montefalco, piccola cittadina arroccata, tra cantine, artigianato e spunti di gastronomia.

Il primo colpo d’occhio su queste due cittadine umbre è spettacolare. Montefalco la “Ringhiera dell’Umbria” raccolto in cima ad un colle da dove si domina tutta la verde Umbria, spaziando con la vista da Perugia a Spoleto e fermandosi con l’occhio su Spello ed Assisi. Rasiglia il “miracolo” degli ultimi anni, il Borgo delle acque.

Fuori dai percorsi turistici più importanti della regione ma meta, merito dei cittadini che si stanno facendo in quattro per promuoverne le bellezze, di un andare e vieni di turisti da ogni parte d’Italia. Rasiglia per le festività natalizie e di capodanno si trasforma in un Presepe a cielo aperto.

Il territorio è pronto con Offerte di Capodanno in Umbria ad accogliere i turisti. La gente del posto per lo più operante nelle attività turistico alberghiere si è organizzata al meglio per far scoprire i bellissimi luoghi a chi arriva durante il periodo delle festività. Non ci rimane che augurare un buon capodanno in Umbria.