Pubblicità su internet, il mercato adesso sfiora i 3 miliardi di euro

Il mercato della pubblicità su internet continua a crescere. Alla fine del 2018 ha raggiunto un valore di 2,98 miliardi di euro, segnando un incremento dell’11% rispetto all’anno precedente. Eppure la spinta ha un po’ rallentato, non è così impetuosa come qualche tempo fa.

Quanto vale la pubblicità su internet

pubblicità su internet

A confermarlo sono i dati parziali del 2019. La frenata già registrata lo scorso anno potrebbe essere più forte, al punto che per la prima volta dopo tanto tempo, la pubblicità su internet potrebbe crescere a un ritmo più baso del 10%. Il valore del mercato arriverà comunque a quota 3,2 miliardi di euro. Il generale va però detto che è l’intero settore dei Media ad essere in flessione (-2%), soprattutto quando si parla dei Media a pagamento (-8% nel 2018 e in previsione -5% circa anche nel 2019). Insomma, i contenuti che in prevalenza piacciono in rete sono quelli free.

La pubblicità sui Media sta comunque per assistere a un importante passaggio di consegne. Tra gli operatori del ROC (registro operatori comunicazione), finora la Tv deteneva una quota di mercato del 54%, seguita da Stampa (22%), Internet (21%) e infine Radio (3%). Ma è ormai imminente il sorpasso di Internet sul mercato della Stampa.

I player e i formati della pubblicità

Riguardo l’internet advertising, vanno invece sottolineati due aspetti. Anzitutto il mercato delle pubblicità su internet rimane concentrato nelle mani di pochi player. Gli OTT (Over The Top) detengono il 75% del mercato alla fine del 2018. In secondo luogo, proprio la pubblicità gestita da questi attori è l’unica che cresce. Quella che non transita da motori di ricerca, Social network e altri ecosistemi internazionali infatti è scesa del 3% nel 2018.

Per quanto riguarda i formati pubblicitari online, l’andamento si conferma un buon esempio di che cos’è la volatilità e quindi vitalità. Il Display advertising ha avuto discrete oscillazioni, ed alla fine cresce del 14%. Adesso vale complessivamente quasi 1,9 miliardi di euro e dovrebbe superare i 2,8 miliardi di euro di raccolta nel 2023. La componente Video ha quasi raggiunto la metà (47%) del totale Display advertising. e nel 2019 supererà la raccolta derivante da Banner. Cresce anche il Search advertising (ossia l’acquisto di visibilità all’interno dei motori di ricerca): +9%.