Come scegliere la tonalità di cipria compatta ideale per la propria pelle?

Se c’è un momento decisivo quando si tratta di truccarsi bene, è quello in cui si sceglie la tonalità di cipria compatta da usare ogni giorno. Anche se sembra semplice, in realtà è una scienza, e abbiamo consultato un esperto di make-up per scoprirlo. Pronti a fare la scelta giusta?

Parliamo con un esperto di make-up

Se c’è qualcuno che vive nel mondo del make-up, è Tatiana Navarrete, direttrice del Centro di Formazione SP PRO, il marchio di cosmetici di Smart Laboratories in Colombia. Tatiana istruisce ogni giorno centinaia di persone sull’uso corretto del make-up e per questo motivo iMujer si è assunta il compito di intervistarla per darci i suoi consigli sulla scelta della tonalità di cipria compatta ideale per il viso.

Sapete che tipo di pigmentazione ha la vostra pelle?

La prima cosa da sapere è che esistono diverse tonalità di pelle e pigmentazione. Ad esempio, in America Latina la pigmentazione della pelle tende al rosa e al giallo, mentre in altri Paesi si tende alla pigmentazione bianca.

Quindi, ogni colore di cipria compatta ha determinate variazioni di pigmentazione che i marchi soddisfano in numero, per esempio, una cipria compatta per la pelle scura può raggiungere fino a 8 variazioni, il numero 1 è il più morbido e il numero 8 il più forte, a seconda della pigmentazione.

Per Tatiana Navarrete di SP PRO, “dipende molto dalla seguente domanda: la mia pelle è bianca rosata o bianca giallastra? Anche le pelli nere spesso non hanno questo aspetto, ma hanno delle pigmentazioni. Ci sono pelli nere che sono rosa e altre che sono gialle. Quindi è importante capire che non si tratta solo del colore della mia pelle, ma della pigmentazione della mia pelle.

Come faccio a conoscere il tipo di pigmentazione della mia pelle?

Il modo migliore per conoscere il tipo di pigmentazione della pelle è quello di essere completamente puliti e di verificare se la pelle ha un tono giallo o rosato. Tuttavia, se si dettagliano viso, collo, braccia e mani, la risposta sarà più accurata. Se avete dei dubbi, la cosa migliore da fare è lasciarsi consigliare dai consulenti dei luoghi specializzati nella vendita di trucchi.

Almeno così dice il nostro esperto: “a volte siamo molto testardi e se si usa una cipria compatta da una vita, non si vuole cambiarla. Non bisogna ignorare i suggerimenti”, afferma Tatiana Navarrete.

Ritiene inoltre che sia essenziale recarsi nei punti vendita specializzati per provare le polveri compatte, “provatele sempre sulla pelle del vostro viso”. Non provare mai la polvere sulla mano o sulla pelle del braccio. Non è la stessa tonalità. Non si otterrà mai lo stesso colore”, dice.

Errori nell’uso della cipria compatta!

Scegliere la cipria compatta del colore sbagliato: è un errore molto comune quando ci si trucca, sia per la fretta che per la mancanza di informazioni. Non è consigliabile acquistare questo tipo di prodotto da un catalogo. “Ciò che si vede sulla carta non è identico al prodotto reale”, spiega l’esperto di make-up.

Non applicare correttamente la cipria compatta: è possibile che abbiate trovato il colore ideale per la vostra pelle, ma forse non state applicando correttamente il prodotto, quindi “è meglio applicarla con un pennello in modo che lasci un aspetto più chiaro e che non sia irregolare, con la poma (schiuma) è possibile che si noti di più su un lato”, dice Tatiana Navarrete di SP PRO.

Oggi esistono diversi tipi di ciprie compatte, da quelle più tradizionali, a quelle con protezione solare, a quelle specializzate per la pelle grassa, a quelle realizzate con materie prime naturali come la seta di riso, a quelle traslucide che eliminano l’effetto lucido, a quelle medicate per la pelle sensibile.

Quindi, se seguite i passi del nostro esperto e vi fate consigliare dai rivenditori specializzati, potreste aver scelto la tonalità di cipria compatta più adatta alla vostra pelle.

Questi e altri consigli li trovi sul sito Il Mio Makeup.