CDP, investimenti pari al 2,4% del PIL: il punto dell’AD e DG Fabrizio Palermo

Investimenti pari al 2,4% del PIL italiano, 20.000 imprese raggiunte, 600 mila nuovi occupati: l’AD e DG di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo illustra le attività del Gruppo.

Fabrizio Palermo, il sostegno di CDP all’economia del Paese

L’impegno di CDP per il rilancio dell’economia italiana passa attraverso innovazione, sostenibilità e sostegno alle imprese, con un’attenzione costante verso lo sviluppo di modelli in grado di creare valore per tutti gli stakeholder. A sottolinearlo è l’Amministratore Delegato di Cassa Depositi e Prestiti Fabrizio Palermo, che ha fatto il punto sulle attività del Gruppo a sostegno dell’economia in Italia: “In quest’anno abbiamo sostenuto investimenti nell’economia per un valore pari a 2,4% del PIL”, ha dichiarato, evidenziando come l’attività di Cassa Depositi e Prestiti abbia “raggiunto 20.000 imprese, prevalentemente PMI, e creato oltre 600 mila occupati grazie agli impatti diretti, indiretti e indotti”. L’ottica del Gruppo guidato da Fabrizio Palermo è dunque quella di proseguire con il proprio impegno finalizzato a sostenere l’economia del Paese: un’attenzione per la quale, come sottolineato dall’AD e DG, “è necessario anche un ripensamento complessivo del progetto di sviluppo”. Per questo motivo CDP ha identificato cinque aree per l’individuazione di un nuovo modello di sviluppo, come ha spiegato l’AD e DG nel corso dell’incontro.

Fabrizio Palermo: sostenibilità al centro dei modelli di business

L’intervento di Fabrizio Palermo al workshop organizzato al Meeting di Rimini è proseguito dunque illustrando le direttrici necessarie per l’individuazione di modelli di sviluppo incentrati su sostenibilità e innovazione. L’AD e DG ha evidenziato il bisogno di “una finanza prima di tutto orientata a creare valore per tutti gli stakeholder”, a cui affiancare “una strategia delle aziende che si orienti alla sostenibilità come direttrice di sviluppo, soprattutto per quei settori che possono convertire i propri modelli di business”. Sostenibilità, dunque, un ambito in cui il Gruppo è focalizzato da tempo grazie all’inserimento degli obiettivi dell’Agenda ONU 2030 all’interno delle proprie strategie aziendali: “In CDP abbiamo modificato lo statuto per inserire lo sviluppo sostenibile nel perimetro di intervento aziendale”, ha spiegato l’AD e DG, aggiungendo che “oggi le valutazioni di sostenibilità in CDP sono incorporate nella fase di pianificazione dei futuri finanziamenti”. Ma insieme all’impegno delle aziende non può mancare quello delle persone che, ha concluso Fabrizio Palermo, “devono essere sensibilizzate rispetto all’impatto sociale e ambientale del proprio operato”.