Lovepedia è amore e amicizia al tempo degli smartphone.

L’applicazione che recensiamo oggi è Lovepedia: il nome si fa ricordare, il logo semplice e piacevole aiuta in questa direzione, caratterizzato com’è dal fumetto azzurro attorno ad un cuoricino rosa.

Ecco il link per scaricare l’app , disponibile sia per Android che per IOS di Apple.

Una volta fatto l’accesso all’app store, è sufficiente cercare “lovepedia” per trovare subito il download da 25 mb: l’app è pronta per l’uso.

Qui si parte con il primo passaggio: l’iscrizione potrebbe non risultare immediata se fatta direttamente dall’App.

Quindi consigliamo di registrarsi prima sul sito web, http://it.lovepedia.net, oppure accedere con il proprio account Google o Facebook.

Se si desidera mantenere user e password indipendenti da Gmail o dal proprio account Social, allora il breve passaggio di iscrizione sul sito è preferibile.

Come funziona l’iscrizione a Lovepedia.

Si inizia inserendo data di nascita, per poi passare subito alle preferenze: uomo a cui piacciono donne, donne a cui piacciono uomini, uomo a cui piacciono uomini, donna a cui piacciono donne.

Segno di apertura ad ogni gusto, e questo è un fatto distintivo positivo.

Si passa poi alla città di residenza e il motivo di interesse.

Lovepedia prevede a grandi linee 3 variabili principali quali relazione, amicizia, chat.

Si finisce con l’indicare user e password scelti e l’indirizzo mail di riferimento a cui arriverà la mail per confermare l’iscrizione.

A conferma avvenuta il gioco è fatto: si parte con il tour guidato fra le funzionalità e le possibilità. Elemento non da non sottovalutare è che a differenza di tanti altri, si tratta di un sito di incontri completamente gratuito.

Interessante la funzione “Magazine” dalla quale è possibile rendere pubblica la propria opinione commentando argomenti di discussione che quotidianamente vengono proposti.

Notevoli anche la funzione ricerca di profili di altri utenti, la casella che raccoglie i messaggi di chi è interessato a interagire, e la funzione chat per conversare in tempo reale con i tuoi contatti online tramite chat privata.

Da qui si può scegliere con chi avviare una chat, accettando o rifiutando l’invito.

Si potrebbe iniziare con gli utenti che sono on line in quel momento.

Chissà che il caso (che molti ancora chiamano “Sliding doors” come il famoso film che esplora le probabilità e i casi della vita) non aiuti a trovare una nuova amicizia. O di più.

Si perché Lovepedia suggerirebbe già dal proprio nome che il fine sia solo l’amore, ma cosi’ non è: è possibile infatti conoscere persone nuove, fare amicizie, o semplicemente chattare in un momento di insolita solitudine.

Risulta certamente utile anche una video guida presente su Youtube :

https://www.youtube.com/channel/UCHpkGu0HGx8QsraWDCTJVBA

 

I potenziali contatti su Lovepedia iniziano subito: chi è on line scrive e prova l’interazione.

Un altro fatto positivo: spesso i siti a scopo amicizia/amore non portano molto lontano, qui invece chi è on line è incentivato a contattare gli utenti on line in quel momento, in tempo reale.

E provare l’approccio per conoscersi.

Una critica potrebbe riguardare la completezza di diversi profili di utenti, le cui poche informazioni non permettono di capire con chi si ha a che fare.

Ma il risultato è che in alcuni casi non risulta fondamentale: la velocità degli approcci che si può avere in Lovepedia permette di selezionare (brutto da dirsi, ma in fondo è così) le persone che si desidera conoscere e con cui conversare.

Approfondendo in chat o in un messaggio privato i dettagli che possono interessare.

E diciamocela tutta: talvolta è sufficiente capire una persona già dall’approccio che essa tenta.

Quando è troppo sbrigativo: attenzione, potenzialmente superficiale.

Quando è troppo prolissa: attenzione, potenzialmente invadente.

Quando usa le parole giuste, sia pur poche, che si discostano dal banale: attenzione, potenzialmente interessante.

 

Un parere sulla chat di Lovepedia?  Appare semplice e intuitiva.

Allo stesso modo risultano molto utili le funzioni che nelle intenzioni prevedono un uso quotidiano :

  • la presa visione dell’account (traduciamo: chi ha visto il mio account? Posso saperlo e contattare queste persone);
  • la casella messaggi (in cui è possibile approcciare con un messaggio scritto di saluto e interesse).
  • L’app avvisa attraverso delle notifiche l’arrivo di nuovi messaggi, quasi al pari di Whatsapp, che permettono agli utenti  di sapere di presa visione del profilo da parte di altri utenti e sapere quando questi sono on line per chattare direttamente.

E tutto ciò senza risultare invadente nel proprio smartphone.

 

La prova sul campo di Lovepedia : funziona.

Chi scrive ha optato per un test da utente, che è sempre il miglior metodo per poterne poi raccontare con cognizione di causa.

Tuffandosi nell’uso dell’App e facendo anche qualche nuova conoscenza, il destino poi dirà se rimarrà puramente virtuale o (come si tende a sperare in questi casi) diverranno conoscenze portate alla luce della realtà, in un primo incontro vis a vis.

In ogni caso la semplicità e l’immediatezza di Lovepedia inducono certamente a riscoprire il piacere di conoscere nuove persone.

Non solo: in fase di test mi è capitato anche di conoscere un utente proveniente dall’estero, e questo potrebbe aprire scenari anche diversi, fra scambi linguistici e culturali divertenti e interessanti.

Prova sul campo superata con successo.